Corso RLS


 

Polisoluzioni

in collaborazione con

Unione degli Artigiani Italiani
e delle Piccole e Medie Imprese

organizza i

Corsi per R.L.S. 

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

nei luoghi di lavoro ai sensi del 
D.Lgs. 81/2008
(che ha sostituito il D.Lgs. 626/94),
del D.M. 16/01/1997 e
degli Accordi Stato Regioni del 
21-12-2011 e delle 
linee guida del 25 luglio 2012
(G.U. 18-08-2012).

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.)

 

DEPLIANT GENERALE CORSI R.L.S.- MODULO DI ISCRIZIONE

MODULO DI RICHIESTA PREVENTIVO PERSONALIZZATO GRATUITO

  

BROCHURE di Polisoluzioni

 

 

CALENDARIO CORSI

I lavoratori, mediante i loro rappresentanti, hanno il diritto di controllare l’applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, l’elaborazione e l’attuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrità fisica nel loro luogo di lavoro; ciò era già stato previsto dall’art. 9 L. 300/1970 (Statuto dei lavoratori). Successivamente il D.Lgs. 626/94 ha istituito la figura del R.L.S. quale persona incaricata a rappresentante i lavoratori per tutto ciò che riguarda gli aspetti della salute e della sicurezza nel loro luogo di lavoro. Il D.Lgs. 81/2008, che ha sostituito e abrogato il D.lgs. 626/94, ha riconfermato e rafforzato ulteriormente il ruolo del R.L.S.

Il R.L.S. è solitamente un lavoratore che all’interno di un’azienda viene eletto o designato dagli altri lavoratori.

Se i lavoratori non provvedono ad eleggere il RLS all’interno dell’azienda, quest’ultima è tenuta a versare un contributo al fondo dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriali, che è istituito a livello provinciale e per i diversi settori produttivi (es. artigianato, industria, ecc…). Conseguentemente l’Organismo Paritetico Territoriale del settore produttivo di appartenenza dell’azienda provvederà a incaricare il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (R.L.S.T.) che opererà in tutte le aziende o unità produttive di quel territorio e quel settore. Il contributo da versare al Fondo per gli R.L.S.T. è pari a due ore lavorative annue per ogni lavoratore occupato nell’azienda (art. 52, c. 2, D.Lgs. 81/08).

Incompatibilità di funzioni

La funzione di R.L.S. non può essere assolutamente svolta dal datore di lavoro, né dal R.S.P.P. (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) incaricato dal datore di lavoro stesso.

Quanti RLS ci devono essere in un’azienda ?

Ai sensi dell’art. 47, comma 7, D.Lgs. 81/08, il numero minimo di R.L.S. nell'azienda è il seguente:

- 1 rappresentante nelle aziende ovvero unità produttive sino a 200 lavoratori;

- 3 rappresentanti nelle aziende ovvero unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori;

- 6 rappresentanti in tutte le altre aziende o unità produttive oltre i 1.000 lavoratori. In tali aziende il numero dei rappresentanti è aumentato nella misura individuata dagli accordi interconfederali o dalla contrattazione collettiva.

Formazione del R.L.S

Il lavoratore che sia stato eletto o designato dagli altri lavoratori per svolgere i compiti di R.L.S. nell’azienda deve avere una competenza specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Il datore di lavoro deve quindi assicurare al R.L.S. una formazione specifica in queste materie, facendogli frequentare un apposito corso con i contenuti e le ore previsti dalla normativa vigente ed il presente corso rispetta tali caratteristiche.

  

Zone operative 

Polisoluzioni srl - Studio PC  "Progettazione, formazione e Consulenza globale integrata"  opera principalmente in Toscana (specie a Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Massa carrara, Livorno, Siena, Arezzo, Grosseto), Lombardia (specie a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese), Piemonte (specie a Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano - Cusio - Ossola, Vercelli), Valle d'Aosta (specie ad Aosta), Trentino Alto Adige (specie a Trento e Bolzano), Friuli Venezia Giulia (specie a Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine), Veneto (specie a Venezia, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza), Emilia Romagna (specie a Bologna, Ferrara, Forli - Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini), Liguria (specie a Genova, Imperia, La Spezia, Savona), Umbria (specie a Perugia e Terni), Marche (specie ad Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino), Lazio (specie a Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo), Abruzzo (specie a L'Aquila, Chieti, Pescara, Teramo), Molise (specie a Campobasso, Isernia), Campania (specie a Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno), Calabria (specie a Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia), Puglia (specie a Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Barletta - Andria - Trani), Basilicata (specie a Potenza, Matera), Sicilia (specie a Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani), Sardegna (specie a Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Carbonia - Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia - Tempio).

Sono state attivate e/o sono in corso di attivazione le parternerships per coprire tutto il territorio nazionale italiano.

 

 



Share/Bookmark